EVENTI

Volantino passeggiata letteraria page 0001In occasione dell'iniziativa di "Io leggo perché" tutta la comunità scolastica è invitata a partecipare, venerdì 18 novembre, ad una passeggiata letteraria nel quartiere dal titolo " Leggere insieme ci avvicina e allarga il nostro sguardo".   

Il punto di partenza sarà il cortile del plesso di via Giovanni da Procida (ore 15:45) per arrivare fino alla libreria L'altra città di via Pavia. Durante il percorso verranno svolte letture da parte di docenti e alunni sul tema dell'inclusione. Vi aspettiamo!

 

Si sono da poco concluse le prime attività del progetto Pronti per domani! Prepararsi al futuro scoprendo e coltivando il talento. Cliccare sul link per vedere cosa hanno fatto i nostri ragazzi!. 

Segnalibro 2022

Dopo la lunga pausa dovuta all'emergenza sanitaria, la scuola intera ha festeggiato il ritorno del Festival delle Steam.

Dal 30 maggio all'8 giugno si è svolto l'evento finale della seconda edizione che ha visto la partecipazione di tutte le classi della scuola secondaria di primo grado e tutte le sezioni dell'Infanzia, per un totale di più di 500 alunni.

Lo sviluppo delle competenze STEAM è uno degli elementi che caratterizza la progettualità della nostra scuola. Da gennaio gli alunni si sono cimentati in diversi percorsi didattici legati al recupero degli apprendimenti e della socialità attraverso il potenziamento delle competenze  nell'ambito della matematica, del coding e robotica e della linguistica innovativa. 

I bambini dell'Infanzia hanno sperimentato attività di coding e tinkering, giocando con la matematica attraverso attività laboratoriali. I ragazzi della scuola secondaria di primo grado si sono divisi tra attività ludolinguistiche innovative, centrate sulla grammatica valenziale, la produzione di testi poetici quali calligrammi o rebus e la produzione di cataloghi artistici parlanti,  attività di coding, con l'uso di Scratch 3.0, e attività  logico-matematiche, attraverso i giochi  Creativamente, quali Polyminix, Boca, Pytagora...

All'evento finale la scuola si è aperta a tutta la comunità scolastica ed è stato molto emozionante vedere i ragazzi e i genitori condividere assieme un momento di festa. Si ringraziano tutte le famiglie per la presenza e la disponibilità!

MFoto logo vincitore

... CAPACI DI RICORDARE ...

Con grande gioia si è appena conclusa una settimana molto importante per la comunità scolastica dell'I.C.Falcone e Borsellino, incentrata sulla commemorazione, quest'anno resa ancora più emoziante per la ricorrenza trentennale, della morte dei giudici Falcone e Borsellino, di cui la nostra scuola porta con orgoglio il nome.

Da più di venti anni anni infatti  ci chiamiamo Falcone e Borsellino. Abbiamo un nome impegnativo, che caratterizza la nostra offerta formativa e ci investe della responsabilità di testimoniare e trasmettere alle giovani generazioni l’eredità valoriale dei due giudici.

La Settimana della Legalità, durante la quale ogni anno confluiscono molte delle attività e dei percorsi didattici degli allievi, si è aperta nuovamente alla comunità scolastica, dopo i due anni di pandemia, ed è stata vissuta come un momento di festa, di partecipazione, oltre che di riflessione.

Tanti sono stati gli eventi e le attività hanno coinvolto tutte le alunne e gli alunni dell’Istituto, a partire dai più piccoli dell’Infanzia e della Primaria, che insieme alle loro maestre hanno abbellito gli spazi della scuola con i loro lavori e il 19 maggio hanno inaugurato gli eventi in programma con la Fanfara della Polizia di Stato.

010203

 

L’Istituto Falcone e Borsellino ha risposto al bando della Fondazione Falcone che ha invitato tutte le scuole d’Italia a partecipare all’iniziativa Le Memorie di tutti, ricordare mediante un lenzuolo le vittime della mafia. I lavori degli alunni di ogni ordine e grado verranno esposti sui balconi di Palermo il 23 maggio, giorno della strage di Capaci, del quale quest’anno ricorre il trentennale.

Hanno partecipato all’iniziativa le classi IC e III C della Primaria e le classi IE e IIC della Secondaria di I Grado, con i lavori, che qui pubblichiamo, già inviati a Palermo. Ogni lenzuolo è stato preparato mediante un preliminare lavoro didattico di ricerca e riflessione. Gli alunni hanno, così, conosciuto alcune figure impegnate nella lotta alla mafia: Falcone e Borsellino, innanzitutto, ma anche personaggi meno noti come Lea Garofalo e la figlia Denise (1E). Gli alunni più piccoli della 1C, hanno scritto, con il loro primo corsivo, parole e pensieri sui due giudici, formando un albero alla cui radice vi è il nome di Falcone e Borsellino. Gli alunni della IIIC hanno espresso con la metafora delle foglie, che alimentano la vita della pianta, il sacrificio dei due giudici, motivo di speranza e di impegno per le giovani generazioni. 

0405

I lavori dei bambini e dei ragazzi vogliono essere un segno tangibile di partecipazione alla memoria collettiva, consapevoli che, come ha scritto José Saramago, “Noi siamo la memoria che abbiamo e l’impegno che ci assumiamo”.