Stampa

 “La bellezza salverà il mondo”: il celebre aforisma tratto dall’Idiota di Dostoevskij è il pilastro attorno al quale si strutturerà il progetto di cittadinanza che coinvolgerà tutti gli ordini di scuola dell’istituto comprensivo, come ampiamente descritto nel Ptof. L’Infanzia e la Primaria elaboreranno il loro piano di attività adeguandolo ai bisogni formativi degli alunni, secondo modalità che saranno definite entro dicembre dai consigli di intersezione e di interclasse. Riguardo alla Secondaria, i consigli di classe svilupperanno il progetto seguendo tre direttrici tematiche:

Ciascun consiglio elaborerà la sua proposta progettuale definendo contenuti, modalità e tempi di realizzazione, strategie di intervento, prodotto finale da realizzare. La scelta di diversificare i prodotti finali nasce dalla volontà di valorizzare le competenze professionali di ciascun insegnante, in piena ottemperanza delle indicazioni della 107, e le singole individualità/specificità degli studenti per la costruzione di una vera scuola inclusiva. I prodotti finali del progetto saranno presentati durante la settimana della legalità.

Scheda riepilogativa

Denominazione progetto La bellezza salverà il mondo
Priorità cui si riferisce Favorire l’acquisizione delle competenze chiave di cittadinanza rendendo più incisiva la realizzazione del curricolo verticale; perseguire l’unitarietà della progettazione didattica favorendo lo scambio reciproco tra discipline, l’interconnessione tra i contenuti e i linguaggi.
Traguardo risultato/obiettivi Miglioramento generale nell’acquisizione delle competenze di cittadinanza e nella consapevolezza dell’interdipendenza e dell’unità disciplinare
Situazione su cui interviene La scelta della tematica della bellezza nasce dall’esigenza di formazione di cittadini attivi, costruttivi, forniti di senso civico, attraverso specifiche attività finalizzate non solo alla maturazione del senso civico, ma anche e soprattutto alla crescita umana dell’individuo. Nella persecuzione di tali obiettivi, i consigli di intersezione, di interclasse e di classe si pongono come veri e propri gruppi interdisciplinari di studio, di lavoro e di proposta.
Destinatari Gli alunni di tutti gli ordini di scuola dell’istituto comprensivo.
Attività previste Ciascun consiglio elabora la sua proposta progettuale definendo contenuti, modalità e tempi di realizzazione, strategie di intervento, prodotto finale da realizzare. I prodotti finali saranno presentati durante la settimana della legalità. I consigli di classe della secondaria, in particolare, seguono tre direttrici tematiche:
  • La bellezza del racconto (classi prime)
  • La bellezza della scoperta (classi seconde)
  • La bellezza della partecipazione (classi terze)
Metodologie Saranno definite da ciascun consiglio in relazione ai bisogni formativi degli allievi delle singole classi. In linea generale sarà da privilegiare la metodologia della ricerca-azione che favorisce il processo di apprendimento e al tempo stesso la formazione professionale del docente.
Indicatori utilizzati Rubriche di valutazione presenti nel Ptof.